CULTURA

“Plant Revolution” di Stefano Mancuso vince il Premio Galileo 2018

di Daniele Mont D'Arpizio

Plant revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro (Giunti 2017) di Stefano Mancuso è il libro vincitore della  XII edizione del Premio letterario Galileo, uno dei riconoscimenti italiani più importanti nell’ambito della divulgazione scientifica. Il nome è stato proclamato oggi nell’Aula Magna di Palazzo Bo, in seguito al voto della giuria popolare composta da 200 studenti delle classi quarte di 10 istituti delle province di Padova e Rovigo e da altrettanti studenti delle università italiane. L’edizione di quest’anno è stata la prima ad essere incorporata nel Galileo festival dell'Innovazione.

 

“Sono particolarmente contento perché a volte sembra che per le piante non ci sia un’attenzione adeguata, anche in ambito scientifico – ha detto al termine della premiazione Mancuso, docente all’università di Firenze e direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV) –. Eppure le si tratta di organismi estremamente complessi e interessanti, non solo perché rappresentano il 95% di tutto ciò che è vivo sulla Terra e perché producono l’ossigeno che respiriamo”. Alla cerimonia, condotta dalla giornalista di Rai 3 Eva Giovannini, sono intervenuti anche il sindaco Sergio Giordani, l’assessore cittadino alla Cultura Andrea Colasio e il rettore Rosario Rizzuto, che ha auspicato che manifestazioni come questa contribuiscano a “trasformare la scienza in un patrimonio condiviso della società, riconosciuto da chi ci governa ma anche e soprattutto dalla cittadinanza”.

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012