CULTURA

1938-2018. Cosa significa una legge razziale

La senatrice della repubblica Liliana Segre incontra le studentesse e gli studenti dell'Università di Padova, in occasione degli ottant'anni dalla promulgazione delle leggi razziali fasciste in Italia.

Apre l'incontro il rettore dell'Ateneo Rosario Rizzuto. Introduce l'ospite Enrico Vitali (Università di Milano); presiede l'incontro Manlio Miele, docente dell'Università di Padova.

Liliana Segre, sopravvissuta alla Shoah, è testimone dell'atroce realtà dei campi di concentramento nazisti. Di famiglia ebraica, aveva 8 anni quando venne espulsa da scuola, secondo quanto imponevano leggi razziali. Nel 1944 venne deportata al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Dei 776 bambini italiani di età inferiore ai 14 anni che furono deportati in quel campo, Liliana fu tra i venticinque sopravvissuti. 

Per molti anni Liliana, ancora ragazzina, non volle parlare pubblicamente della propria terribile esperienza. Da adulta iniziò a raccontare e per tutta la sua vita non smesso di portare testimonianza dell'inimmaginabile violenza umana.

Nel gennaio di quest'anno Liliana Segre è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella "per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale".

I posti disponibili sono esauriti, sarà comunque possibile seguire l'evento in diretta streaming video sui canali Youtube e Facebook dell'Università di Padova.

Locandina dell'incontro

  • QUANDO 4 DICEMBRE - ORE 15:00
  • Palazzo Bo, Padova
    Aula Magna

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012