CULTURA

Tartini 2020: dal Veneto al mondo

Tartini 2020 è un progetto nato nel 2014 in seno all’Università di Padova - Dipartimento DISLL (Studi linguistici e letterari), che ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e la valorizzazione di Giuseppe Tartini, uno dei maggiori virtuosi che il violino abbia mai avuto ma anche il più grande didatta di questo strumento, e “farne una risorsa permanente” in una dimensione sia territoriale (Padova e il Veneto) che nazionale ed internazionale.

La stagione 2020 si è aperta in primavera con la “Esplorazioni Tartiniane”; in settembre, dopo le quattro “Passeggiate con Tartini”, due concerti hanno celebrato il compositore e l’inizio di una nuova tranche di eventi in suo nome.

Da qui alla primavera del 2021 sono previsti appuntamenti di vario genere (artistico, scientifico, espositivo, turistico-culturale, divulgativo etc.) che portano avanti le azioni a lungo termine (Edizione nazionale delle opere, con Bärenreiter Verlag), le iniziative di successo divenute consuetudine nella città di Padova (visite guidate tartiniane con le guide dell’Associazione Tartini 2020), lo spazio museale dedicato, da sempre obiettivo fondante del progetto, il Convegno internazionale con la partecipazione di importanti studiosi, e i concerti con alcuni tra i migliori gruppi ed interpreti a livello mondiale di musica del Sei e Settecento, con sconfinamenti nel contemporaneo: un cartellone che pur avendo come centro Padova, dove Tartini per 40 anni suonò nella cappella musicale della basilica di S. Antonio divenendo musicista di culto per l’Europa del tempo, prevede estensioni in territorio nazionale ed internazionale.

15 ottobre 2020 - 14 febbraio 2021, da martedì a domenica, ore 10–18 Museo Diocesano, Padova Mostra: Giuseppe Tartini e la cultura musicale dell’Illuminismo

Alla mostra, che vede il supporto tecnico-organizzativo dell’Orchestra di Padova e del Veneto, è presente la riproduzione del fortepiano di Bartolomeo Cristofori, copia dello strumento oggi custodito a Roma. Il fortepiano, simbolo della tecnologia che lega il grande compositore di Pirano all’inventore padovano, viene esposto insieme con materiali riguardanti le innovazioni tecniche realizzate da Tartini sul violino e sull’arco, oltre a una serie di materiali che spiegano la storia, il metodo e il successo del “Maestro delle Nazioni”, il quale appunto sviluppò una concezione originale della musica innovando la costruzione dello strumento, la tecnica strumentale, la composizione e la teoria armonica. Durante la mostra si tengono concerti di rilievo, uno dei quali specificamente destinato all’ascolto del geniale strumento di Cristofori (16 ottobre, a cura e in collaborazione col Festival pianistico internazionale “B. Cristofori”).

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012