CULTURA

Per le vittime della rappresaglia nazifascista del 17 agosto 1944

Il 17 agosto 1944 a Padova una rappresaglia nazifascista portò all'uccisione di dieci partigiani, ingiustamente accusati della morte del colonnello fascista Bartolomeo Fronteddu, in realtà ucciso da altri fascisti.

Sette partigiani furono fucilati nella caserma di via Chiesanuova. Erano Primo Barbiero, Pasquale Muolo, Cataldo Pressici, Antonio Franzolin, Ferruccio Spigolon, Saturno Bandini e Luigi Pierobon. Furono invece impiccati in via Santa Lucia Flavio Busonera, Clemente Lampioni ed Ettore Calderoni.

Padova, nel 74° anniversario, ricorda le vittime di quella strage spietata che colpì uomini giusti e liberi. La cerimonia si tiene al mattino alla Caserma Luigi Pierobon, per poi spostarsi nel pomeriggio di fronte alla lapide commemorativa in via Santa Lucia.

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012