CULTURA

La vita quotidiana a Padova nel Trecento

Conferenza di Vincenza Cinzia Donvito e Mariella Magliani (Biblioteca civica, settore Cultura, turismo musei e biblioteche) in occasione della mostra  Memorie civiche. Padova Carrarese.

Nel Trecento la città, dominata dalla signoria dei Carraresi, è caratterizzata da un grande fervore che si riverbera positivamente sia sul piano economico che su quello culturale. Artigiani, mercanti e professionisti, come giudici e notai, raccolti in associazioni dette fraglie o corporazioni, sono gli indiscussi protagonisti della vita quotidiana. La città ha un grande sviluppo architettonico e urbanistico e vede all'opera muratori, manovali e tagliapietre, oltre ad artisti famosi che vi realizzano splendidi cicli pittorici. Si potenziano l'attività creditizia e le attività economiche, in particolare le industrie della lana e della fabbricazione della carta che utilizzano le acque cittadine per la produzione e il trasporto. La vita ecclesiale e religiosa è intensa, sostenuta anche da confratenite e congregazioni di carità. Giullari, musicisti e rimatori animano la corte e le piazze, si tengono fiere e feste con danze e giostre con le armi. L’Università è quanto mai vitale e accoglie numerosi scolari non padovani. Insomma, un affascinante mondo da scoprire.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012