IN ATENEO

Open badge per le lauree all’università di Padova

icone audio

Scopri i nuovi Open Badge dell’università di Padova

Innovazione, aumento della web reputation e riconoscimento di soft skills: sono solo alcuni degli obiettivi della nuova iniziativa patavina, dal carattere fortemente digital. L’università di Padova ha introdotto i cosiddetti Open Badge, veri e propri attestati in formato elettronico che indicano le competenze raggiunte dallo studente che ha conseguito il titolo di laurea.

Le consegne sono iniziate a ottobre 2018, con i laureati magistrali della Scuola di Agraria e Medicina veterinaria che sono stati i primi a riceverli, seguiti dagli studenti dei corsi magistrali delle scuole di Psicologia, di Economia e di Scienze politiche. La volontà dell’Ateneo è di riuscire a coprire tutti i corsi universitari entro il prossimo anno.

Le certificazioni elettroniche non sono certo una novità assoluta all’interno dell’università di Padova che ha sperimentato negli ultimi 12 mesi diverse tipologie di badge legati ad attività extracurricolari e a competenze trasversali, ma senza includere mai, fino ad oggi, un riconoscimento digitale in seguito al conferimento della laurea.

 

Cosa include il nuovo open bagde

L’open badge è composto da una parte grafica a cui vengono allegate alcune informazioni, i metadati. Tra questi, vi sono il nome del relatore, il titolo della tesi, il voto di laurea, la classe di laurea, la media voti, il percentile a 3 anni degli studenti laureati con lo stesso voto, oltre alle parole chiave che identificano la tesi. Queste devono essere inserite durante la compilazione della procedura di presentazione del titolo della tesi e della scelta del relatore e possono essere sia in italiano che in inglese o nella lingua in cui viene scritto l’elaborato finale.

Gli open badge rilasciati dall’Ateneo sono visibili nella piattaforma https://bestr.it/organization/show/65.

 

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012