IN ATENEO

La squadra Unipd domina la CyberChallengeIT

Il team "Spritzers Unipd" ha vinto la CyberChallengeIT, una competizione che ha visto confrontarsi squadre di hacker etici formate da giovani talenti dell’informatica, dai 16 ai 22 anni.

La sfida a colpi di tastiera è organizzata dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI, una struttura che si occupa di protezione del cyberspazio nazionale. La finale del 28 giugno scorso a Roma ha incoronato vincitori i ragazzi coordinati dal Prof. Mauro Conti, ideatore del gruppo SPRITZ - Security and Privacy Research Group, e dai suoi collaboratori Eleonora Losiouk e Daniele Lain. La squadra è formata da quattro ragazzi – Andrea Biondo, Riccardo Bonafede, Marco Cieno e Leonardo Nodari – fra i 20 e i 22 anni iscritti agli indirizzi di Informatica, Ingegneria Informatica e Ingegneria dell'Informazione.

"La gara è durata 8 ore, consecutive – ha raccontato Riccardo – è stata una bella tirata! Siamo rimasti a Roma tre giorni, in cui abbiamo fatto la gara ma anche colloqui con aziende del settore"

"La prova era un tutti contro tutti – ha raccontato Andrea – con tre parti principali: ogni team doveva sia attaccare le altre squadre, sia difendere il proprio sistema e allo stesso tempo mantenere tutto stabile". 

"Sono competizioni in cui esiste un'etica – spiega Riccardo – mentre si gioca ce le diamo di santa ragione, poi quando si finisce ci facciamo i complimenti e andiamo a festeggiare tutti assieme".

"Quando sei in gara c'è una situazione molto frenetica – racconta Andrea – ma una buona parte è dedicata alla strategia: si passa molto tempo a leggere il codice per capire quali sono i punti attaccabili da poter sfruttare".

CyberChallengeIT: la competizione

L'intera iniziativa era mirata a selezionare i migliori studenti di otto università italiane per partecipare a un corso di sicurezza di dodici settimane e sfidarsi in due gare, una locale presso ciascuna sede e una nazionale presso la sede di Roma. Di questi venti ciascuna sede ha poi selezionato i primi quattro per formare la propria squadra e il 27 giugno all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" si è tenuta la sfida nazionale.

Oltre alla competizione i ragazzi hanno partecipato anche ad attività formative e di studio, finalizzate a una migliore prestazione.

La competizione continua con la European Cybersecurity Challenge

La sfida permetterà anche di selezionare i migliori giocatori che entreranno a far parte della squadra nazionale di Cyber-defender, che gareggerà in competizioni internazionali come la European Cybersecurity Challenge, in programma in Ottobre a Londra.

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012