SCIENZA E RICERCA

800 anni di spazio all'Università di Padova

Il convegno, che celebra otto secoli di scienza, tecnologia, scienze umane, arte e innovazione, fa parte del palinsesto degli eventi celebrativi degli 800 anni dell’Università di Padova e ha l’obiettivo di riunire studiosi e studiose per celebrare l’immensa eredità scientifica di questi 8 secoli, che apre la strada a ulteriori grandi risultati futuri.

L’evento, che è dedicato a un pubblico di professionisti ed esperti del settore, oltre a presentare la complessità e i rischi dei viaggi nello spazio, vuole anche sottolineare l’impatto della ricerca spaziale nella vita quotidiana e il progresso dell’essere umano nell’esplorazione dello spazio profondo, al fine di creare condizioni di vita e di lavoro più confortevoli. Si discute delle possibilità abitative nello spazio,  esaminando diversi aspetti, dalla biomedicina alla nutrizione, dalla psicologia alle interazioni politiche tra nazioni e consorzi privati. Tra gli speaker anche Bernard Foing (ILEAWG & EuroMoonMars), David Williams (NASA Goddard Space Flight Center), Jacques Arnould (Centre National d’Etudes Spatiales – CNES) e molti studiosi e studiose internazionali.

La prima giornata, il 7 settembre, è aperta a pubblico: l’Aula Magna di palazzo Bo ospita in mattinata la cerimonia di apertura, con interventi, fra gli altri, della rettrice dell’Università di Padova, Daniela Mapelli, del presidente dell’Agenzia spaziale italiana (ASI), Giorgio Saccoccia, e del presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Marco Tavani. Nel pomeriggio, i contributi di studiose e studiosi discutono su scienza, tecnologia e innovazione nello spazio.

Per partecipare alla prima giornata del convegno – mattina e pomeriggio – è richiesta la registrazione.

In serata (ore 21) è in programma nella Sala dei Giganti un incontro con astronauti, aperto al pubblico; presenta la serata il filosofo della scienza Telmo Pievani (Università di Padova). Nel corso dell’incontro, il direttore dell’Osservatorio Astronomico di Padova e professore Unipd di Astrofisica, Roberto Ragazzoni, presenta l’astronauta Maurizio Cheli, primo italiano a ricoprire il ruolo di Mission Specialist nella missione STS75 Tethered Satellite sullo Space Shuttle Columbia.
Durante la conferenza, sono possibili collegamenti video con gli astronauti Samantha Cristoforetti, sulla stazione spaziale internazionale ISS, e Luca Parmitano, dal NASA Johnson Space Center di Houston.

Per partecipare all’incontro serale con gli astronauti, le registrazioni si aprono il 21 agosto 2022.

L’evento è organizzato congiuntamente da più dipartimenti Unipd, dal Centro per gli studi e le attività spaziali Giuseppe Colombo (CISAS) dell’Università di Padova e dall’Osservatorio Astronomico INAF di Padova, insieme all’EuroMoonMars programma.

Collegata al convegno è la mostra "Lo Spazio di Padova", dal 3 al 15 settembre alla Galleria Cavour, Padova.

Pieghevole

Locandina

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012