CULTURA

La Giornata della memoria a Padova

Anche Padova celebra la Giornata della memoria e lo fa con eventi e celebrazioni diffusi in tutta la città anche nei giorni che precedono e seguono il 27 gennaio, data che l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, nel 2005ha riconosciuto ufficialmente come giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell'Olocausto.

Il 27 gennaio del 1945, infatti, l’esercito sovietico fece irruzione nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, in Polonia, mostrando per la prima volta al mondo gli orrori dell’Olocausto e del nazismo.

L’Italia ha istituito il Giorno della Memoria con la legge del 20 luglio 2000 con l’obiettivo di «ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati».

La giornata del 27 gennaio, in città, si apre con la cerimonia istituzionale organizzata dal Comune alle 10.30 nel Cortile di Palazzo Moroni. A seguire, celebrazioni in onore ai caduti si spostano presso il tempio nazionale dell’Internato Ignoto e al Museo Nazionale dell’Internamento con l'ntervento del Prefetto di Padova, Raffaele Grassi, e laconsegna delle Medaglie d’Onore ai militari e civili deportati e internati nei Lager nazisti.

Anche l’Università di Padova partecipa alle celebrazioni con la lectio magistralis di Pieter Lagrou (Université Libre de Bruxelles) “Una nuova geografia mondiale europea? La Shoah e il conflitto mondiale dal Baltico ai Balcani”, il 26 gennaio in Sala dei Giganti.

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012