SCIENZA E RICERCA

L'editoriale. Editing genetico: tante opportunità e qualche rischio

Homo Sapiens è diventato un agente evolutivo: un fattore di modificazione dell’evoluzione stessa attraverso le modificazioni ambientali. Ma c’è un altro modo con cui Homo Sapiens può modificare, dall’interno, l’evoluzione. Lo può fare attraverso il gene editing: l’ultima frontiera della biotecnologia che ci permette di modificare il DNA delle piante e degli animali attraverso un “copia e incolla”, una sostituzione di sequenze. La scoperta di Crispr è bella per due motivi: coinvolge due scienziate molto brave ed è stata fatta in modo serendipico, cioè casuale, dalla ricerca di base, lavorando sullo studio microbiologico delle difese immunitarie dei batteri contro i virus. Ovviamente c’è un filone di questa ricerca che fa molto discutere: possiamo anche editare gli embrioni umani. 

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012