CULTURA

La Giornata della memoria a Padova

Anche Padova celebra la Giornata della memoria e lo fa con eventi e celebrazioni diffusi in tutta la città anche nei giorni che precedono e seguono il 27 gennaio, data che l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, nel 2005ha riconosciuto ufficialmente come giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell'Olocausto.

Il 27 gennaio del 1945, infatti, l’esercito sovietico fece irruzione nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, in Polonia, mostrando per la prima volta al mondo gli orrori dell’Olocausto e del nazismo.

L’Italia ha istituito il Giorno della Memoria con la legge del 20 luglio 2000 con l’obiettivo di «ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati».

La giornata, in città, si apre con la cerimonia istituzionale organizzata dal Comune alle 10 nel Cortile di Palazzo Moroni. Agli interventi di apertura, segue il posizionamento delle pietre d’inciampo dell’artista Gunter Demnig alle 10.30 davanti Palazzo Bo, in ricordo di Desiderio Milch, studente dell’Ateneo. Intervengono Daniela Mapelli, rettrice, e Giulia Simone, ricercatrice del Dipartimento SPGI. A seguire, un ricordo di Paolo Shaul Levi, deportato nel campo di sterminio di Auschwitz e alle 11.30 le celebrazioni in onore ai caduti presso il tempio nazionale dell’Internato Ignoto.

Alle 16.30 è previsto lo spettacolo “Elegia per non dimenticare” per la regia di Bruno Lovadina e Marina De Luca, in scena Auditorium del Centro Culturale Altinate San Gaetano.

Alle 18, infine, viene invece inaugurata la mostra a Palazzo Moroni: Jecheskiel David_Kirszenbaum - Caricature di un Bauhäusler sulla Repubblica di Weimar. La mostra, a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune, in collaborazione con l’Istituto di Cultura Italo-Tedesco di Padova rimane aperta tutti i giorni fino al 27 febbraio prossimo.

Anche l’Università di Padova partecipa alla Giornata con alcuni eventi e iniziative. Il 24 gennaio alle 11 va in scena, in Sala dei Giganti, Per chi splende questo lume, il reading teatrale dedicato alla vita di Virginia Gattegno, giovane donna ebrea sopravvissuta alla Shoah.

Il 26 gennaio, invece, ancora in Sala dei Giganti, Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio e già ministro per la Cooperazione internazionale e l’integrazione tiene una lectio magistralis dedicata ai “giusti”, a coloro,  che, ascoltando la propria coscienza, hanno solidarizzato con le persone perseguitate e le hanno aiutate opponendosi con gesti concreti alle atrocità della Shoah.

Le iniziative per la Gionata della memoria , organizzate dall'Ateneo, si chiudono il 27 gennaio in Archivio antico con l'evento Budapest – Sulle orme di Giorgio Perlasca

Programma

  • QUANDO 27 GENNAIO - ORE 09:12
  • Varie sedi
    Padova

POTREBBE INTERESSARTI

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012