CULTURA

Cosa leggo a Natale? I consigli del Bo Live

Leggiamo per lavoro, siamo fortunati. Ma lo facciamo anche per passione, perché i libri continuano a piacerci anche quando svestiamo i panni di redattori del Bo Live e, a fine giornata, torniamo a casa. Il 2018 è stato un anno denso di stimoli, trasformazioni, notizie ed emozioni. Abbiamo sfogliato, letto, amato libri che ora vogliamo condividere e consigliare e, così, scegliamo di augurarvi buone feste a modo nostro, proponendo un elenco di titoli scelti da noi redattori (con relative motivazioni).

Telmo Pievani, direttore de Il Bo Live

Altre menti di Peter Godfrey-Smith (Adelphi, 2018). Perché uno non si immagina quanto possa essere furbo un mollusco. Perché il polpo ha un cervello distribuito su tutto il corpo e vede con la pelle. E alla bisogna passa anche nei buchi della serratura. Lontanissimo cugino di noi goffi mammiferi di grossa taglia, è la creatura più vicina a un’intelligenza aliena che viva sulla Terra. Dopo aver letto questo libro, non mangerete più il polpo in umido con la stessa noncuranza. Saggio / divulgazione scientifica

Pietro Greco, caporedattore de Il Bo Live

Genomica sociale. Come la vita quotidiana può modificare il nostro DNA di Carlo Alberto Redi e Manuela Monti (Carocci, 2018). Un libro da leggere nelle vacanze di Natale, e non solo per chi si interessa normalmente di scienza. I motivi per cui conviene leggerlo, questo testo breve e agile e chiaro, sono almeno due. Il primo è che Redi e Monti ci ricordano che nell'universo della salute c'è qualcosa di ancora inaccettabile: le disuguaglianze. Chi è ricco e ha studiato vive più a lungo di chi è povero e ha solo la licenza elementare. E questo persino in Italia, che vanta – come sottolineano ancora i due autori – un Servizio sanitario universalistico tra i più efficaci (e i meno costosi) del mondo. La tutela della salute è un diritto. E le disuguaglianze di salute dimostrano che questo diritto è ancora da conquistare. Il secondo motivo per cui consigliamo di leggere questo libro è che i due autori ci offrono una prospettiva, ancora una volta chiara, del rapporto tra genetica e ambiente. Ricordandoci, in particolare, che il rapporto tra DNA e ambiente è bidirezionale. Il DNA condiziona, ovviamente, la nostra vita. Ma anche le nostre condizioni di vita possono modificare il DNA. Una prospettiva affatto diversa da quella proposta dai biologi solo qualche decennio fa. Saggio / divulgazione scientifica.

Gioia Lovison

Becoming. La mia storia di Michelle Obama (Garzanti, 2018). La ragazzina che le amiche chiamavano "Miche", cresciuta nei quartieri neri di Chicago in una famiglia comune, numerosa e amorevole della working class, si innamorerà di un ragazzo straordinario e diventerà la first lady degli Stati Uniti d'America. Michele Obama si confida con noi lettrici e lettori, con generosità e ironia, ricordandoci più di qualche volta come spesso si è trovata a parlare, chiedere ed affermare se stessa - donna e nera - in un contesto di soli uomini, bianchi e di potere. E di come non è mai stata zitta. Autobiografia.

Mattia Sopelsa

Effetto serra, effetto guerra di Grammenos Mastrojeni e Antonello Pasini (Chiarelettere, 2017). Le conseguenze del cambiamento climatico non si leggono solo nei grafici preparati dagli scienziati dell'Onu, ma si "toccano" nella vita di tutti i giorni e soprattutto in quella che verrà nel prossimo (vicino) futuro. E non si tratta solo di clima: il riscaldamento globale rischia di far saltar tutti gli schemi socio-politici a cui siamo abituati e - al momento - sotto l'indifferenza della classe politica mondiale. Saggio / divulgazione scientifica

Martino Periti

Delhi di Rana Dasgupta (Feltrinelli, 2015). Un giovane intellettuale britannico di origini indiane torna nel Paese dei suoi padri e osserva lo stravolgimento che la globalizzazione vi sta operando: la nuova borghesia, gli imprenditori d’assalto, i reietti sempre più calpestati, l’urbanizzazione selvaggia. La nuova India raccontata senza moralismi né retorica. Saggio con stile narrativo

Monica Panetto

Scienza della fantasia di Davide Coero Borga (Codice edizioni, 2015). Il libro racconta la scienza attraverso le favole e si presta ad essere letto sia dai ragazzi che dagli adulti. Il testo mette in evidenza come spesso la letteratura dell'infanzia contenga frequenti rimandi al mondo scientifico ed è accompagnato da splendide tavole colorate che rappresentano ognuna un piccolo capolavoro. Un bel regalo per Natale. Saggio / divulgazione scientifica

Francesca Forzan

I cani di Riga di Henning Makell (Marsilio, 2002) è la seconda storia della saga dell'amatissimo ispettore di polizia Kurt Wallander. Un romanzo giallo dello svedese Henning Makell che racconta un'intrigante e appassionante indagine che si svolge tra Svezia e Lettonia alla ricerca dell'assassino (o degli assassini) di due uomini ritrovati morti in un canotto alla deriva sulle coste della Svezia meridionale. Romanzo giallo

Francesca Bastianon

D'un tratto nel folto del bosco di Amos Oz (Feltrinelli, 2005). Solo 120 pagine per una favola dal sapore amaro, tratteggiata con la sensibilità di Oz. In un villaggio immerso nei boschi, Mati e Maya, i bambini protagonisti del libro, decidono di far luce sul mistero che da anni aleggia sul paese: la scomparsa di tutti gli animali. È un racconto che ammalia i bambini e fa riflettere gli adulti: la ricchezza della diversità, il rispetto per la natura, le debolezze dell'essere umano sono i punti chiave di un piccolo capolavoro. Favola moderna 

Anna Cortelazzo

La fiera delle vanità di William Makepeace Thackeray (Garzanti). È un libro del 1847 lungo ma leggero: racconta di due antieroine con caratteri opposti, che entrano nel cuore dei lettori nonostante la loro meschinità. È il romanzo perfetto per chi è stomacato dalla dose di melassa che ha trovato in Jane Austen e vuole disintossicarsi facendo un bel bagno in un realismo che spinge a riflettere su quanto sia controproducente affannarsi acriticamente per raggiungere i propri obiettivi, rischiando poi di perdere tutto. Classico cinico

Francesco Suman

Come funzionano le emozioni di Fausto Caruana e Marco Viola (Il Mulino, 2018). Un viaggio che va da Darwin, che capì l'importanza dell'espressione delle emozioni nell'uomo e negli animali già nel 1872, alle moderne neuroscienze, passando per gli autori del Pragmatismo americano (James, Dewey, Mead) e la filosofia dell'embodied cognition. Una lettura leggera e informata che ci aiuta a comprendere come e quanto il nostro pensiero e le nostre azioni siano fatti di emozioni. Saggio / divulgazione scientifica

Francesca Boccaletto

Resteranno i canti di Franco Arminio (Bompiani, 2018). Una raccolta di poesie che popola di parole buone il silenzio di luoghi abbandonati e illumina le stanze dell'anima. Il poeta e paesologo Arminio regala versi densi di visioni e memoria, da leggere e rileggere per riuscire a dare un nome ai sentimenti che ci attraversano, alle terre che abitiamo, agli sguardi che incrociamo. "Fanno belle facce / i vecchi quando li saluti. / Non sono persone, / sono alberi al sole". Poesia

Antonio Massariolo

L'arte di ricordare tutto di Joshua Foer (Tea, 2013). Quante volte vi è capitato d'esservi dimenticati dove avevate lasciato le chiavi di casa, il portafoglio o il telefono? Il tempo medio che ognuno di noi spreca per rimediare a ciò che dimentica è di quaranta giorni. Credi sia impossibile imparare 1528 numeri a caso in un'ora e ricordarseli tutti? Lo credeva anche Joshua Foer, poi è cambiato qualcosa. Saggio / psicologia

Agnese Sonato

Emma Wedgwood Darwin. Ritratto di una vita, evoluzione di un'epoca di Chiara Ceci (Sironi editore, 2013). Ad accompagnare la vita di Charles Darwin e la pubblicazione de L'origine delle specie c'è stata anche la moglie Emma, una donna che ha vissuto con una famiglia fuori dall'ordinario in un'epoca piena di complessità e contraddizioni e il cui rapporto col marito è spesso circondato da luoghi comuni. Dal libro di Chiara Ceci emerge proprio la figura femminile di Emma, donna dell'evoluzione delle specie e di un'epoca. Biografia

Valentina Berengo

Arte di Yasmina Reza (Piccola Biblioteca Adelphi, 2018). Dalla penna pungente della scrittrice francese de Il dio del massacro (da cui Polański ha tratto il film Carnage) una pièce teatrale a tre voci che ha come oggetto di discussione un quadro... completamente bianco. Perfetto per intavolare una discussione postprandiale il giorno di Natale: ma cos'è l'arte? L'ironia di Reza e lo sguardo acuto aiuteranno la digestione. Commedia teatrale

Daniele Mont D'Arpizio

La bellezza sia con te di Antonia Arslan (Rizzoli, 2018). In questi giorni ho preso e leggerò innanzitutto l'ultimo libro di Antonia Arslan: come molti titoli di quest'autrice non appartiene propriamente alla narrativa e neppure alla saggistica, bensì a un genere che definirei sapienziale. Un libro di ricordi ma anche riflessioni sull'attualità, capace di far riscoprire la magia e la bellezza nelle cose più semplici e quotidiane. Saggio autobiografico

Alessandra Saiu

Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry (Rizzoli). Si tratta di un libro di agile lettura, che da anni è nel cuore di molti lettori. Lo si può prendere come una semplice fiaba oppure ci si può lasciar trasportare nel suo mondo magico, popolato da personaggi particolari, e farsi insegnare tanto sull'amicizia, sulla cura di sé e degli altri, sulla vita. Immortale la frase: "L'essenziale è invisibile agli occhi". Perché leggerlo? Per imparare a guardare oltre. Letteratura per l'infanzia

Chiara Mezzalira

Finché sarà passata la tua ira di Åsa Larsson (Marsilio, 2010). "La morsa del gelo aveva stretto ogni filo d'erba, ogni ramo sottile fino a renderlo friabile, di un bianco croccante". Lapponia, d'inverno. Il bosco coperto da una pellicola bianca di gelo, lo stridore del ghiaccio sulla superficie del lago e, lì sotto, nell'acqua artica, il corpo imprigionato di una ragazzina. "Il ghiaccio del lago è come una finestra, fa passare la luce"; e poi a primavera si spacca lentamente e lascia riemergere il corpo di Betta. Giallo ghiacciato

Elisa Speronello

Fuoco e sangue di George R.R. Martin (Mondadori, 2018). Non è un romanzo, ma un “libro di storia” che riporta il lettore nelle atmosfere più tipiche de Il Trono di Spade. In 700 pagine abbondanti viene narrata l’origine della casata dei Targaryen, l’unica famiglia di signori dei draghi a sopravvivere al Disastro di Valyria. Gli episodi si collocano circa 300 anni prima degli eventi che popolano Le cronache del ghiaccio e del fuoco, opera magistrale dell’autore (incompiuta) che ha ispirato la serie televisiva Game of Thrones. Fantasy

Pietro Osti

Bar sport di Stefano Benni. Letto da David Riondino (Emons edizioni, 2010)Un classico, però da ascoltare. Un viaggio magico che dona la vita a strutture architettoniche al cui interno si intrecciano storie al limite della fantasia: i bar. Se non avete avuto il tempo di leggere questo piccolo capolavoro potete recuperare con la versione audiolibro, letta da David Riondino. Tra passioni popolari come il ciclismo, il calcio, il cibo, la storia regala citazioni che ogni frequentatore di bar deve conoscere, su tutte quella della Luisona. Audiolibro

Tommaso Rocchi

Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne (Feltrinelli). Ho letto questo romanzo ora, a 28 anni, e mi ha lasciato strane sensazioni. Pur essendo una lettura consigliata ai ragazzi, possiede un’incredibile complessità. Ma l’aspetto che mi ha più colpito è quanto la sensibilità ecologica dell’uomo moderno, seppur vivendo nell’epoca dei cambiamenti climatici, sia completamente cambiata. Si tratta di una lettura estremamente attuale, che spinge il lettore a riflettere sullo stato di salute del pianeta. Romanzo scientifico

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012