CULTURA

Un libro per l'estate, un romanzo distopico degli anni Ottanta

Il libro che vorrei consigliarvi come lettura per questa estate non è una nuova uscita, anzi ha già visto ben 34 primavere. Uscito nel 1985, Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood è un romanzo che negli ultimi anni è tornato alla ribalta, soprattutto perché ha saputo raccontare in anticipo il periodo storico in cui noi ora stiamo vivendo. La distopia che la Atwood ha creato sembra raccontare da vicino l’età contemporanea: l’affermarsi di un mondo sempre meno libero, una catastrofe di tipo ambientale ha reso il mondo sterile, una società fortemente patriarcale, sono solo alcuni dei dettagli che richiamano il nostro tempo. 

Riprese e montaggio di Elisa Speronello

Il libro prosegue raccontando come gli uomini abbiano cercato di far fronte a questa emergenza, instaurando una teocrazia nell’America del nord, e sfruttando tutte le donne che hanno ancora le ovaie fertili per garantire la salvezza della società. Il romanzo, appunto, è il racconto della vita di un’ancella, una donna fertile, e per questo schiava. Inoltre, a settembre 2019 è prevista l’uscita del sequel di questo romanzo, intitolato I testamenti, che con buone probabilità smarcherà il racconto dalla serie televisiva, realizzata nel 2017 proprio partendo dal libro della Atwood.

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012