SOCIETÀ

Scorie a riposo. La MitAmbiente a San Giuliano Milanese

A San Giuliano Milanese, in un’area che è la classica zona industriale del nord Italia, con capannoni che riempiono le strette vie e tutto intorno pianura a perdita d’occhio c’è la sede della MitAmbiente. A poco più di dieci chilometri dal Duomo di Milano la società dal 2017 effettua attività di raccolta di rifiuti radioattivi solidi e liquidi, prodotti in attività mediche, industriali e di ricerca.

Proprio nell’aprile 2017 sono stati ultimati i lavori di costruzione del deposito temporaneo di rifiuti.

L’area di stoccaggio dei rifiuti della MitAmbiente è situata tra l’Autostrada del Sole e la Cava Tecchione, una vecchia cava di estrazione della ghiaia che negli anni è tristemente entrata nelle cronache giudiziarie, a seguito dell’Operazione Infinito, per essere stata un punto di sversamento rifiuti da parte di società collegate alla ‘ndrangheta. La zona è ricca di imprese produttive, da S.r.l. a S.p.A., da società unipersonali a società di autotrasporto e logistica.

 

Nel comune milanese, in cui risiedono poco meno di 40 mila abitanti e che dagli anni ‘60 ad oggi ha visto più che raddoppiare la sua popolazione, la MitAmbiente gestisce poco più di 30 metri cubi di rifiuti radioattivi. La maggior parte di questi (15,94 m3) è ad attività molto bassa mentre 8,33 metri cubi sono a vita media molto breve. 

La società, che ha un capitale sociale di 100 mila euro, è di fatto di proprietà di una holding, la M.E. S.p.A. che ha la sede operativa sempre a San Giuliano Milanese. La M.E. S.p.a. è nata il 2 novembre 1978, fondata da Emilio Mondelli, e si è affermata nel mercato con MITSafetrans, MIT S.p.A., MITAmbiente e T.&T.I. Cargo Line, tutte aziende operanti nel settore dei trasporti, logistica ADR, Hi-Tech, Medicale e Banking. La holding poi è nata negli anni ‘90 e ad oggi nel suo gruppo sono presenti società immobiliari, di trasporti, di viticoltura, termali, un golf club e la M.E.Assets S.r.l.

Mentre la M.E.S.p.A detiene solamente il 12% delle quote della MitAmbiente, il 73% del totale è detenuto proprio dalla M.E.Assets S.r.l. inserita nel gruppo della già citata holding. Le altre quote societarie della MitAmbiente, che nel 2020 ha avuto un fatturato superiore ai 6 milioni e mezzo di euro, sono detenute, tutte al 5%, da due individui milanesi ed un crotonese. 

L’attività prevalente dell’azienda, che è nata nel 2009, è quella di autotrasporti per conto terzi superiore a 1,5 tonnellate, ma nell’oggetto sociale è ben specificato anche il commercio e lo stoccaggio e smaltimento di rifiuti speciali, tossico nocivi o radioattivi. Nella sua sede di San Giuliano Milanese infine, lavorano 16 dipendenti.

LEGGI LE ALTRE PUNTATE DEL REPORTAGE "SCORIE A RIPOSO"

  1. Scorie a riposo. Dalla Finlandia il primo deposito di scorie nucleari permanente al mondo
  2. Scorie a riposo. Le centrali nucleari in Italia
  3. Scorie a riposo. Le tempistiche per realizzare il deposito nazionale di scorie nucleari
  4. Scorie a riposo. ISPRA-1, il primo reattore nucleare italiano 
  5. Scorie a riposo. L'impianto CISAM a San Piero a Grado 
  6. Scorie a riposo. La MitAmbiente a San Giuliano Milanese

© 2018 Università di Padova
Tutti i diritti riservati P.I. 00742430283 C.F. 80006480281
Registrazione presso il Tribunale di Padova n. 2097/2012 del 18 giugno 2012